Link Building vs. Collegamenti Artificiali

4Commenti

Link Building

Link Building vs. Collegamenti Artificiali – Decidere dove ottenere link

 

Più i tuoi concorrenti ritengono che la link building sia morta, meglio è per la tua azienda. La verità è che i link sono ancora il fattore più importante per l’algoritmo di ranking di Google. Tuttavia, il tipo di link che punta al tuo sito fa una differenza enorme.

Non lasciarti ingannare dal fumo e dal gioco di specchi creato da Google

Quando si tratta di backlink, Google sta dando consigli che confondono un sacco di persone. Inoltre, gli aggiornamenti di Google Penguin hanno creato l’impressione che a Google non piacciano i backlink. In realtà, a Google non piacciono soltanto i backlink artificiali.

Il problema è che molte persone non capiscono la differenza tra link artificiali e link building. I link artificiali possono portare ad ottenere delle penalizzazioni. La link building, al contrario, può notevolmente migliorare il posizionamento del tuo sito web.

La differenza tra link building e link artificiali

Tutti i collegamenti destinati a manipolare il ranking o il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca di Google possono essere considerati parte di un sistema di link innaturali ed una violazione delle linee guida per i webmaster di Google. Google penalizza i siti web che hanno collegamenti a link innaturali.

I seguenti tipi di link costituiscono un campanello d’allarme per Google ed è probabile che il tuo sito possa essere penalizzato se ne utilizza:

  • – Link a pagamento che non utilizzano l’attributo rel=nofollow, compresi publiredazionali, guest post a pagamento nei blog e link a pagamento nel footer;
  • – Link da siti che pubblicano articoli o comunicati stampa con ancore sovra-ottimizzate;
  • – Backlink che sono stati creati da programmi che creano link in massa;
  • – Link da directory o da siti di bassa qualità che esistono solo per creare collegamenti;
  • – Link sovraottimizzati di parole chiave, oppure nascosti all’interno di widget che vengono distribuiti su vari siti;
  • – Link da commenti nel forum con testi di ancoraggio ottimizzati nel post o nella firma.

Come decidere dove ottenere link

Quindi, quale tipo di backlink è ok per Google? Basta chiedere a te stesso: questo link avrebbe senso se non ci fossero i motori di ricerca? Se la risposta è sì, allora il link è un buon link che avrà un effetto positivo sul posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca.

Non hai bisogno di parametri speciali per giudicare la qualità di una pagina web. Quando trovi una pagina web che potrebbero linkare al tuo sito, poniti le seguenti domande:

  • – La pagina da linkare ha un aspetto positivo ed un’utilità per il navigatore “medio”?
  • – La pagina ha contenuti interessanti?
  • – Il contenuto è in qualche modo legato al mio sito web?
  • – Ha senso che la pagina web contenga collegamenti al tuo sito?

Se si riesce a rispondere a tutte le domande con “sì”, allora si dovrebbe cercare di ottenere un backlink da quella pagina. Non importa se la pagina ha un PageRank basso.

Google cerca di imitare il buon senso con il suo algoritmo. Se anche tu usi il tuo buon senso per costruire il tuo profilo di link e segui i suggerimenti di cui sopra, è molto probabile che i backlink per il tuo sito web saranno tenuti in conto positivamente da tutti i futuri aggiornamenti dell’algoritmo di Google.

Link Building vs. Collegamenti Artificiali ultima modifica: da Michele Marchi

Due parole su di me:

Sono un Consulente Web Marketing, aiuto le aziende a migliorare il posizionamento strategico del loro brand sul canale online

Richiedi un Preventivo

Offro servizi SEO professionali, Realizzazione di Siti Web, Soluzioni ECommerce, ed altre funzionalità che possono aiutare la tua attività ad acquisire maggiore visibilità

Altri articoli dal blog

4Commenti
  1. Figurati Alessandro, nessun problema.

    D’altro canto la link building è sempre più rilevante, ma, contemporaneamente, altrettanto complicata.

    Ragion per cui “noi” “seoguru” ce le inventiamo tutte “sperando” di ottenere qualche risultato in questo senso.

    🙂

  2. Ciao Michele, scusa se ti rispondo solo adesso, ma tra i lavori da completare prima delle ferie, le ferie stesse e cose varie, non ho avuto il tempo di farlo.

    Intendo dire che, commentare “Ottimo post“, oppure “Sono completamente d’accordo con te” o ancora “Grazie per questo post“, sono commenti che non aggiungono nulla alla discussione sui contenuti del post e fanno chiaramente comprendere che sono stati scritti soltanto per ottenere un qualche beneficio in termini di link building, traffico o di link juice.

    Il Comment Marketing, per come lo intendo io, si basa sulla condivisione di opinioni, pareri ed esperienze che incoraggiano l’interazione fra i navigatori, proprio come quello che stiamo facendo ora.

  3. Ciao Alessandro,

    grazie per il commento.

    Cosa intendi per “se fatta bene”?

  4. Ciao, un altro modo per ottenere una solida link building è quella di effettuare attività di comment marketing, che se fatta bene porta un beneficio alla discussione e al posizionamento del sito web sui motori di ricerca.

 

Lascia un Commento